Chi è il Fisioterapista?

Il fisioterapista è un professionista sanitario laureato formato per rispondere alle diverse problematiche di movimento e funzione che insorgono dall’infanzia alla terza età, con l’obiettivo di: 

– aumentare l’autonomia del paziente potenziandone le abilità                              

– ridurre il dolore attraverso strategie non farmacologiche                             

– identificare, valutare, prevenire, anche nei soggetti sani, i fattori di rischio       

– limitare la progressione delle patologie ed il peggioramento dei sintomi       

– rallentare il declino funzionale associato a mobilità ridotta, invecchiamento e/o processi degenerativi

Quando puoi rivolgerti ad un fisioterapista?

 

1. In gravidanza e dopo il parto per disturbi fisici, dolori o incontinenza

2. Quando i tuoi figli sono piccoli, per posture scorrette, scoliosi, problemi respiratori

3. Da giovane, in seguito a traumi sportivi, fratture o incidenti

4. In età lavorativa, quando compaiono disturbi posturali o da sovraccarico

5. Quando hai un po’ di anni alle spalle e compaiono mal di schiena e dolori articolari

6. Dopo interventi chirurgici e ricoveri ospedalieri 

7. Durante la terza età, per rallentare l’invecchiamento e restare attivi

e non solo…..il fisioterapista ti può aiutare in tantissimi altri momenti della vita:

 

Dolore e rigidità cervicale

Il dolore cervicale affligge numerose persone; affidarsi ad un fisioterapista significa non solo essere seguito con terapie idonee a sciogliere dolorose tensioni ma anche imparare a gestire alcuni sintomi con esercizi specifici per mantenere i risultati ottenuti

Mal di testa

Molte persone sono condizionate nella loro quotidianità da cefalee ed emicranie. Il primo rimedio è spesso il ricorso ad analgesici, ma non tutti sanno che a volte possono essere sintomi di problemi muscolari o di origine cervicale: grazie all’intervento del fisioterapista è possibile valutare un’approccio ed una soluzione diversa dai farmaci.

 

 

Problemi posturali

E’ facile incorrere in dolori o problemi di natura posturale se la struttura corporea è rigida e non adattabile perché manca una sana attività fisica o è delicata perché la si è portata allo stremo. Anche una postazione di lavoro non adeguata può portare a dei disturbi muscolo scheletrici. Se credi che il tuo disagio possa dipendere anche da una postura scorretta, il fisioterapista può aiutarti a capire come correggerla.

Mal di schiena e sciatalgie

Il mal di schiena (lombalgia) colpisce l’80% degli adulti e può essere dovuto a molteplici cause: contratture muscolari, errata postura, discopatie, ecc. Il fisioterapista può aiutarti in tutti questi casi evitando o riducendo il ricorso ai farmaci. I nervi non si accavallano!  E’ un modo di dire quando si parla di contratture muscolari; se queste sono dolorose o non passano da sole non aspettare, fatti aiutare dalle mani esperte di un fisioterapista.

Edemi e gonfiori agli arti

L’aumento di volume ed il gonfiore (edema) di un braccio o di una gamba non vanno trascurati. In casi come questo è utile parlare con il fisioterapista, chiedere una valutazione linfo-venosa degli arti e pianificare insieme gli step da seguire per risolvere il problema. Una volta esclusi i fattori di rischio, esistono terapie non invasive di drenaggio manuale e/o elettromedicali che possono aiutarti a stare meglio.

Incontinenza e problemi uro-genitali

Problemi di incontinenza anche lieve e fatica nel trattenere la pipì? Secchezza vaginale, dolori pelvici o difficoltà e fastidi durante i rapporti sessuali? I disturbi intimi non sono più un taboo, oggi si può fare qualcosa! In questi casi un fisioterapista specializzato può essere un aiuto prezioso nel recupero della propriocettività perineale, nel tonificare la muscolatura o nello sciogliere dolorose tensioni che non pensavi neppure di avere. 

 

Gravidanza 

Sei in dolce attesa e ti senti le gambe gonfie e/o pesanti? Non aspettare, il fisioterapista può restituirti leggerezza attraverso il drenaggio linfatico manuale e può aiutarti anche ad alleviare quei fastidiosi dolori alla schiena. Un fisioterapista specializzato può inoltre aiutarti a prevenire disturbi conseguenti al parto (incontinenza, dolore pelvico e lombare, ecc) per riprendere la tua forma fisica più in fretta e nel migliore dei modi evitando spiacevoli conseguenze.

Post parto

Anche dopo il parto,  la neo mamma potrebbe avere dolore lombare, tendiniti del polso o del gomito, problemi di incontinenza urinaria. Rivolgiti ad un fisioterapista specializzato che potrà anche aiutarti con il trattamento delle cicatrici (da episiotomia o cesareo) oltre che con la fisioterapia estetica dermatofunzionale ed attività specifiche per ritrovare la forma perduta. 

Esiti di terapie oncologiche 

Hai timore a muovere il braccio dopo un intervento al seno e non sai come fare? L’asportazione di un tumore, oltre che salvarti la vita, può causare delle limitazioni motorie o produrre conseguenze come dolore alla spalla, tensione e aderenze ascellari, perdita di forza nel braccio, gonfiore agli arti, ecc. In questi casi è utile valutare come rieducare il corpo e migliorare la qualità di vita; il fisioterapista ti saprà guidare nel recupero delle attività di ogni giorno oltre che consigliare sulla prevenzione di eventuali problemi successivi.

Cicatrici

Le cicatrici a seguito di un incidente, un intervento, un ustione o della radioterapia, possono creare delle aderenze dolorose o delle limitazioni ai movimenti. Il fisioterapista può aiutarti a valutare la situazione ed intervenire sia manualmente che con con apposti strumenti ellettromedicali per prevenire spiacevoli disagi e/o migliorare la situazione esistente, migliorando la tua qualità di vita.

 

Interventi chirurgici, fratture o traumi

La fisioterapia dopo un intervento chirurgico può migliorare i risultati e velocizzare il processo di guarigione, intervenendo su aderenze dolorose, gonfiore e limitazioni. Puoi rivolgerti ad un fisioterapista anche in caso di distorsioni o altri traumi, per lenire dolori, ripristinare la funzionalità e prevenire ricadute.

Interventi di artroprotesi 

Dolore articolare e difficoltà di movimento? Essere seguito da un fisioterapista dopo l’intervento all’anca o al ginocchio è fondamentale per una più rapida e soddisfacente ripresa delle tue attività quotidiane, ma non serve solo dopo la protesi, incontrarlo prima, migliora il recupero post operatorio; potrebbe inoltre aiutarti a rimandare il tuo intervento.

 

 

Distorsioni e problemi articolari

Le distorsioni articolari possono avere degli effetti negativi anche dopo diverse settimane. Spesso i dolori che ne conseguono possono alterare i movimenti anche di altre zone del corpo. Inoltre, chi subisce una distorsione, è più soggetto ad avere delle ricadute. Affidati ad un fisioterapista per capire quali sono le implicazioni, per curarti e prevenire ulteriori alterazioni e recidive.

 

Tendinopatie ed infiammazioni

Quando si manifesta un dolore di natura tendinea, il fisioterapista può aiutarti a recuperare il gesto motorio e migliorare i sintomi, o può seguire il paziente dopo un intervento di riparazione dei tessuti per ritornare il prima possibile all’attività, riducendo il rischio di recidive. Anche una persona con infiammazione acuta può rivolgersi al fisioterapista, che è in grado di proporre trattamenti differenziati in base alla fase patologica, non solo di terapia manuale ma anche attraverso l’uso di apparecchiature elettromedicali.

Artrosi

Chi soffre di questa patologia è abituato a ricorrere a farmaci, infiltrazioni e chirurgia. E se non ce ne fosse bisogno? Il fisioterapista può costituire un valido supporto per migliorare i sintomi e rallentare il processo artrosico.

Malattie reumatiche 

La fisioterapia è utile anche nelle malattie reumatiche come l’artrite reumatoide, la spondilite anchilosante, la fibromialgia, per ridurre il dolore, facilitare il movimento, contenere i danni indotti dall’immobilità e dalle patologie stesse.

 

 

 

Sedentarietà

Il corpo necessita di movimento ed attività fisica per essere sano, ma molte persone hanno un lavoro che le costringe a stare a lungo sedute. Questo può generare dolori, anche debilitanti, cui il fisioterapista può rimediare insegnando come prevenire i disturbi muscolo scheletrici attraverso l’esercizio. 

 

 

Equilibrio

Non riesci a restare in equilibrio su una gamba sola per cinque secondi? Con l’avanzare dell’età, anche in una persona sana, la capacità di mantenere l’equilibrio diminuisce: chiedere aiuto al fisioterapista è utile per migliorare l’equilibrio e prevenire le cadute.

Benessere

Lo “star bene” comprende non solo l’aspetto fisico ma anche quello psicologico e sociale. L’obiettivo del fisioterapista è principalmente quello di risolvere o limitare i disturbi fisici ma anche quello di portare equilibrio e benessere ai propri pazienti. Sentirsi meglio con se stessi e con gli altri può migliorare la tua qualità di vita. Sapevi che esistono terapie fisioterapiche dermatofunzionali che oltre a farti stare meglio possono anche migliorare il tuo aspetto?

 

Prevenzione

Avete mai fatto caso che ci sottoponiamo regolarmente a visite mediche e dentistiche di controllo? Spesso ricorriamo anche a tecniche non convenzionali. Una buona abitudine è quella di fare prevenzione rivolgendosi anche al fisioterapista: la salute della nostra schiena non è meno importante di quella dei denti e dei nostri occhi.  Il trattamento del fisioterapista può aiutarti a prevenire disturbi che con il tempo potrebbero dare seri problemi. 

Fisioterapia domiciliare

Per chi si trova in situazioni di inabilità tali da non permettere di raggiungere una struttura riabilitativa, il fisioterapista può intervenire direttamente presso il domicilio del paziente, per le terapie, per valutare l’ambiente e la necessità di eventuali ausili, oltre che per formare ed informare in modo adeguato familiari e/o badanti che assistono anziani e disabili, insegnando loro le modalità corrette per muovere, spostare e posturare l’assistito, evitando di procurargli e di procurarsi dolore

 

Chiudi il menu