TERAPIA MANUALE, RIEDUCAZIONE MOTORIA, POSTURALE E PROPRIOCETTIVA DEL RACHIDE

Il nostro approccio terapeutico prevede un programma integrato di terapia manuale e rieducazione motoria che, attraverso le sapienti mani del terapista ed esercizi specifici, mira a ristabilire la normale funzionalità articolare e muscolare, eliminando il dolore anche attraverso il ripristino di una corretta postura. Dolori cervicali, lombalgie, sciatalgie e patologie della colonna vertebrale in genere, beneficiano della rieducazione motoria grazie ad esercizi mirati e personalizzati volti a migliorare mobilità ed elasticità, aumentare forza e resistenza, incrementare la coordinazione e la propriocezione dell’individuo, mentre le mani esperte del fisioterapista interverranno per sciogliere le contratture muscolari, alleviando il dolore e favorendo il ripristino di una corretta funzionalità.

TERAPIA MANUALE, RIEDUCAZIONE MOTORIA E PROPRIOCETTIVA DELL’ARTO SUPERIORE E INFERIORE

Per rieducazione e riabilitazione motoria, o kinesiterapia, si intende un percorso terapeutico che consente al paziente di recuperare (in parte o del tutto a seconda della gravità) in maniera progressiva, le sue normali capacità motorie, perdute in seguito ad un trauma, un intervento chirurgico, all’immobilità prolungata o in seguito ad una malattia. Occorre considerare che, quando siamo in presenza di un trauma, oltre all’apparato muscolo-scheletrico, le lesioni anatomiche interessano anche i recettori sensoriali, con conseguente alterazione dei meccanismi propriocettivi, ossia di “lettura” della nostra posizione nello spazio, con conseguente distorsione della nostra percezione delle diverse parti del nostro corpo e della loro coordinazione; risulta quindi fondamentale per il recupero e la prevenzione, anche la rieducazione dei riflessi propriocettivi. I nostri programmi integrati prevedono inoltre esercizi di allungamento e manipolazioni decontratturanti, che permettono di ottimizzare i risultati della terapia, accorciando ulteriormente i tempi di recupero.

RIEDUCAZIONE DEL PASSO E PREVENZIONE DELLE CADUTE

Le alterazioni del cammino sono tra i fattori più comuni che possono portare alle cadute. La rieducazione del passo è una terapia finalizzata al recupero di un cammino corretto. La prevenzione delle cadute si basa su programmi di esercizio fisico, individuali o di gruppo, volti a migliorare forza muscolare, elasticità, articolarità, coordinazione, ed equilibrio, oltre ad esercizi specifici per il ripristino dello schema motorio del cammino. Durante il percorso terapeutico il fisioterapista fornirà indicazioni riguardo i movimenti e le posizioni da evitare per non compromettere la stabilità

TRATTAMENTO DELLE CICATRICI

Per il trattamento delle cicatrici esistono molteplici alternative di cura fisioteraica che permettono di prevenire e trattare la formazione di aderenze, cicatrici ipertrofiche, cicatrici retraenti e cheloidi. Il più importante e semplice di questi è il massaggio della cicatrice effettuato localmente, da iniziare non appena la ferita è completamente chiusa e per i 6 mesi successivi. Ma anche se è passato del tempo e la cicatrice non si è formata al meglio, il fisioterapista può intervenire per migliorare la situazione con il trattamento manuale o l’utilizzo di appositi strumenti oltre che con l’uso della tecarterapia, anche integrata alla terapia manuale grazie all’utilizzo di speciali bracciali conduttori. 

WINBACK TECAR THERAPY: BIO ACCELERATORE FISIOLOGICO E TERAPIA MANUALE COMBINATA

La tecnologia Winback utilizza correnti ad alta frequenza che permettono di accelerare in modo sicuro, non invasivo ed indolore, i naturali meccanismi di rigenerazione dei tessuti biologici, favorendo la cicatrizzazione. Questo esclusivo sistema di trattamento permette di abbinare in contemporanea, la tecnologia ed energia di Winback alle migliori tecniche manuali e di rieducazione motoria, attraverso una terapia unica e personalizzata. Il fisioterapista potrà così integrare al meglio le proprie capacità ed abilità, amplificando l’efficacia del trattamento e rendendo il recupero più rapido. L’energia Winback, naturale per il corpo, blocca l’informazione del dolore per una durata superiore a 48 ore, donando al paziente una piacevole sensazione di benessere e portando beneficio fin dalla prima seduta; le tensioni vengono liberate, il tessuto leso viene rivascolarizzato e l’energia circola nuovamente, migliorando il movimento. Winback accelera il naturale processo di autoriparazione del corpo, favorendo gli scambi intra ed extra cellulari in maniera duratura, prolungando i benefici del trattamento. La tecarterapia può essere utilizzata sia per patologie acute che croniche, allevia i dolori muscolari ed articolari, favorisce il drenaggio profondo dei tessuti, riduce l’infiammazione ed accelera il processo cicatriziale limitando le fibrosi. E’ particolarmente indicata in caso di contratture muscolari profonde, indolenzimento, lesioni muscolari recenti e non, stiramenti, strappi, contusioni, tendinopatie acute e croniche, spalla congelata, distorsioni, artrosi, dolori articolari e reumatici, mal di schiena e cervicalgie. 

TERAPIA LYMPHASTIM PER IL TRATTAMENTO DEGLI ARTI SUPERIORI ED INFERIORI

Basato sui principi della pressoterapia pneumatica sequenziale, lymphastim agisce come integrazione fisiologica attraverso un’azione meccanica naturale di drenaggio. Le onde della pressione generate dalle camere sovrapposte, rilassano i muscoli e rimuovono i liquidi in eccesso. E’ indicata per la prevenzione ed il trattamento di patologie venose e linfatiche, oltre che in tutte le forme di ristagno di liquidi negli arti inferiori e/o superiori. Questo sistema stimola il flusso linfatico nelle reti periferiche e profonde, facilitando i processi di espulsione dei residui metabolici dagli spazi interstiziali e migliorando la circolazione sanguigna tramite l’applicazione continua di onde di pressione sulle vene periferiche. Viene così favorito il riequilibrio del naturale scambio idrico. Indicato anche negli edemi post traumatici e nel decorso post operatorio dopo legatura delle perforanti o stripping della safena, in abbinamento alle altre terapie del trattamento decongestionante combinato è particolarmente indicata in caso di linfedema dell’arto superiore o inferiore. La migliore ossigenazione dei tessuti che deriva dall’utilizzo di lymphastim, porta notevoli benefici anche dal punto di vista estetico. Sono previsti programmi mirati anche per cellulite, edema cronico, lipedema, post-liposuzione, prevenzione e trattamento vene varicose, insufficienza venosa, sindrome delle gambe pesanti, angiopatia diabetica, artrosi, neuropatia, algoneurodistrofia, sindrome del tunnel carpale e sindrome di Raynaud.

BENDAGGIO

In ambito fisioterapico si utilizzano diverse modalità di bendaggio (funzionale, multistrato, taping) e diverse tipologie di bende (es. adesive, estensibili, non estensibili, imbevute, ecc) che vengono scelte ed applicate in base alla finalità riabilitativa prefissata. Le bende estensibili possono essere più o meno tese per influenzare il confort ed il grado di stabilizzazione articolare, fino ad arrivare ad una contenzione massiva con le bende non elastiche. Impiegati a scopo terapeutico dopo una lesione o per prevenire una recidiva, i bendaggi funzionali permettono una immobilizzazione parziale delle articolazioni traumatizzate ed hanno funzione di scarico, stabilizzazione, compressione e sostegno antalgico; sono particolarmente indicati in caso di trauma distorsivo, lussazioni e microfratture. I bendaggi funzionali vanno portati per un periodo limitato, introducendo il prima possibile una rieducazione muscolare e propriocettiva specifica. Utili in caso di edemi e gonfiori importanti, i bendaggi elastocompressivi multistrato, applicati con compressione graduata, sono invece indicati in caso di problematiche vascolari legate all’insufficenza venosa e linfatica (linfedema); vengono per lo più utilizzati in abbinamento al drenaggio linfatico manuale o alla pressoterapia. Bendaggi imbevuti con specifiche formulazioni ad azione riducente e drenante possono essere utilizzati anche in caso di ritenzione idrica e con finalità estetiche.

IDROKINESITERAPIA

La riabilitazione in acqua si dimostra una terapia molto valida sia nelle fasi acute che croniche; adeguatamente integrata con i trattamenti a secco riduce notevolmente i tempi di recupero. L’idrokinesiterapia comporta un approccio più dolce nello sforzo richiesto al paziente; l’esercizio in acqua calda, reso più facile e non doloroso grazie al lavoro in scarico, determinato dalla diminuzione degli effetti della gravità nel mezzo liquido, permette al paziente di prendere coscienza delle possibilità motorie delle proprie articolazioni grazie al rilassamento muscolare e la ridotta percezione del dolore che permette di aumentare la mobilità. La riabilitazione in acqua è vivamente consigliata nelle prime fasi del recupero post-chirurgico e post-traumatico, è molto utile nel trattamento delle patologie del rachide, in quelle reumatologiche, degenerative  e neurologiche. Trattamento di elezione per la fibromialgia, si dimostra di grande aiuto in caso di spalla congelata, esiti di intervento al seno e nel recupero dopo incidenti stradali; viene preferita in genere in presenza di forte dolore. L’esperienza acquatica coinvolge infatti la sfera intellettiva, psicologica, sensoriale e motoria, favorendo un approccio ed una riabilitazione più globale e portando il paziente a vivere l’esperienza riabilitativa come fonte di piacere e benessere. 

TERAPIA FISIOTERAPICA DOMICILIARE

Il servizio di fisioterapia domiciliare si rivolge a tutti coloro che si trovano impossibilitati a recarsi in una struttura riabilitativa a causa di situazioni di non autosufficienza totale o parziale, a causa di traumi, malattie, anzianità o situazioni di post acuzie. Il servizio prevede sempre una prima visita per valutare insieme la situazione ed identificare il percorso terapeutico più adatto anche perchè non tutte le patologie si prestano ad un trattamento domiciliare. Lunghi periodi di inattività portano ad un deperimento della massa muscolare che, se non prevenuto efficacemente, può portare a serie complicanze; è quindi importante poter offrire anche ai pazienti che non possono muoversi da casa, la possibilità di eseguire esercizi mirati al recupero funzionale, in particolare in caso di sindrome da allettamento o di disfunzione del movimento in persone che a causa dell’età o come esito di un evento traumatico, patologico o chirurgico,  tendono a muoversi sempre meno e necessitano di mobilizzazioni articolari e di esercizi di rinforzo per la muscolatura ormai ipotonica. Ove necessario il fisioterapista sarà in grado di eseguire una valutazione ambientale per proporre al paziente ed ai suoi familiari le strategie più adeguate per la gestione delle attività quotidiane. Il servizio prevede anche la formazione di familiari e/o assistenti domiciliari riguardo le più basilari pratiche per la corretta mobilizzazione.

Chiudi il menu